Paola loves travelling | About Me
15290
page-template-default,page,page-id-15290,ajax_fade,page_not_loaded,,paspartu_enabled,paspartu_on_top_fixed,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-13.4,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

About Me

Un’aspirante scrittrice che ama viaggiare…

Sono essenzialmente tre le cose che nella vita mi piace fare: scrivere, fotografare, viaggiare.

Scrivere, per me, è pura passione: è espressione, condivisione, riflessione sincera e senza filtri su me stessa e su ciò che mi circonda.

Fotografare significa immortalare un momento che, dopo un attimo, non ci sarà più: la striatura bianca di un aereo nel cielo, un’ombra sulla facciata di una chiesa, l’espressione sul volto di un bambino, persone sconosciute che si sfiorano per strada per poi perdersi per sempre; significa congelare il “qui e ora” di un momento, per poi riviverlo domani e ancora oltre.

Viaggiare, invece, significa crescere: è conoscere, è scoprire, è stupirsi, è ampliare l’orizzonte della propria esistenza. Tutti noi abbiamo un luogo di nascita, un indirizzo di residenza, un posto in cui mettiamo radici: un posto in cui studiamo, cresciamo, costruiamo legami e magari anche una casa. Ma, questo posto, è il destino che lo sceglie per noi: è il caso che ci fa nascere in un luogo invece che in un altro, è il caso che ci fa incontrare le persone che fanno parte della nostra vita, è il caso che ci fa dire di una piazza, di una strada, di un quartiere “questa è casa mia”.

Ma se il mondo è così grande, un motivo dovrà pur esserci, mi sono sempre detta. Non può essere semplicemente perché deve ospitare sette miliardi di persone. Se è così grande e così vario, è perché vuole essere scoperto: perché vuole essere percorso in lungo e in largo e conosciuto in tutte le sue innumerevoli sfaccettature.

Per caso capitiamo in un luogo; ma per scelta possiamo andare oltre i nostri confini e conoscere il mondo.

Una viaggiatrice instancabile che non può fare a meno di scrivere…

Insomma: scrivere, fotografare e viaggiare contribuiscono a rendere la mia vita ricca, piena e significativa.
Ed è stato nel momento in cui ho capito che queste passioni potevo combinarle in un progetto unitario che è nata l’idea del blog.

Ho trentadue anni, nella vita faccio un lavoro normalissimo ma il mio più grande sogno sarebbe svegliarmi ogni mattina in un posto diverso di questo grande e bellissimo mondo: come ha detto qualcuno, “Non sono ancora stata ovunque, ma OVUNQUE è nella mia lista”…

 

Le contingenze della vita, al momento, non mi permettono di vivere costantemente con la valigia in mano ma, diciamo, che mi sto adoperando perché un domani possa essere così… Nel frattempo, questo blog è un modo per sognare a occhi aperti, per condividere ricordi ed esperienze e per viaggiare pur rimanendo comodamente seduta alla mia scrivania, nel salotto di casa.

 

Insostituibile mio compagno di viaggio (oltre che di vita) da oltre quindici anni è Gabriele, mio marito: perché é vero che viaggiare mi rende felice, ma è anche vero che la felicità ha senso solo se condivisa e Gabriele è colui che dà alla mia felicità un senso profondo.

Beh, siete pronti per partire?
Non mi rimane che augurarvi buon viaggio, cari lettori!