Paola loves travelling | Viaggio interiore n.2 – Questo blog mi fa stare bene
362
post-template-default,single,single-post,postid-362,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,paspartu_enabled,paspartu_on_top_fixed,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-13.4,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Viaggio interiore n.2 – Questo blog mi fa stare bene

Viaggio interiore n.2 – Questo blog mi fa stare bene

Oggi è una giorno un pò speciale, per diversi motivi.
Prima di tutto, perchè oggi ho messo un punto a un percorso cominciato quasi un anno fa, un percorso che mi ha fatto riflettere, maturare, sciogliere nodi che fino a quel momento mi erano sembrati impossibili da districare e, soprattutto, mi ha fatto conoscere una parte di me prima sconosciuta.
Non so che segno di interpunzione sia, questo punto: se un punto e virgola, in attesa di riprendere un domani il percorso lì dove adesso l’ho lasciato; se un punto e basta, perchè ciò che dovevo capire l’ho capito e non avrò mai più bisogno di ritornare su certi argomenti; o se, magari, si tratta di puntini di sospensione, che lasciano aperto qualsiasi scenario.
Ecco, sì, forse sono proprio puntini di sospensione.


Perchè se c’è una cosa che ho imparato, in questo anno, è che è del tutto inutile, addirittura controproducente e, soprattutto, molto doloroso, arrovellarsi il cervello con congetture sul nostro domani.
Non lo possiamo sapere che cosa ci riserva il futuro: è così punto e basta (questa volta per davvero) e prima lo si capisce, prima si riesce a vivere sul serio. Non è una cosa che si insegna, che si impara, di cui ci si può autoconvincere: semplicemente, ne va maturata la consapevolezza, con lucidità e fermezza. Ognuno ha i suoi tempi, per capirlo: io ci ho messo trentadue anni.
Trentadue anni per capire che la strada davanti a me non è per forza già scritta. Che se oggi mi trovo a percorrere certe strade, non è detto che saranno le stesse strade dove camminerò anche domani. Che se oggi qualcosa mi fa paura in astratto, allora non vuol dire che, un domani, io quel qualcosa non sarò in grado di affrontarlo in concreto. Che il futuro, ce lo costruiamo un giorno alla volta, compreso oggi.

Già, oggi. Oggi sono tre settimane esatte che ho cominciato a lavorare al blog. Ecco la seconda ragione per cui questa giornata è così speciale.
E’ da quando mi sono alzata dal letto, stamattina, che avevo voglia di scrivere.
Un tempo, sarei stata assalita da mille domande: in quanti leggeranno i miei post? Cosa li scrivo a fare? Saranno scritti bene? Probabilmente, mi sarei addirittura vergognata di espormi così tanto e avrei misurato le parole una a una, attenta a non svelarmi troppo.
Adesso, questi pensieri nemmeno mi sfiorano.
Adesso, le luci non sono più puntate sugli altri, sui loro giudizi e sui loro commenti velati.
Adesso, le luci sono puntate su di me: ho cercato talmente tanto a lungo cosa mi facesse stare bene che, solo adesso che finalmente l’ho trovato, mi rendo conto di quanto tempo, energia e inutile sofferenza abbia sprecato fino a oggi.
Questo blog, per me non è un passatempo: è una passione.
Un passatempo serve a non annoiarsi. Una passione serve a vivere.
Anzi, diciamo proprio che il concetto stesso di passatempo non mi piace. “Passare il tempo”: perchè? In attesa di cosa? Il tempo non va passato, perchè il tempo passato è tempo andato, che mai più avremo a disposizione.
Il tempo va vissuto, in ogni suo istante, con pienezza e significato.
E quando sono alla mia scrivania, a scrivere, a decidere quale foto pubblicare, a prendere nota dei pensieri che mi attraversano la mente, a pensare già a quale post lavorerò domani… beh, quando faccio queste cose io mi sento che sto vivendo. E non semplicemente passando il tempo.
Non sono alla ricerca di qualcosa un particolare: sono solo alla costante ricerca di un senso. Non pensate a qualcosa di trascendentale, tipo salvare il mondo o roba simile. Semplicemente, un significato mio, da dare al mio tempo e al mio spazio.
E quello che sto facendo un significato ce l’ha, almeno per me.
Non è una questione di like, di followes, di sponsorizzazioni o quant’altro.
E’ solo questione di fare ciò che mi fa stare bene.

Ah, volete sapere la terza ragione per cui oggi è una giornata speciale?
Perchè stasera forse scopriremo finalmente che fine ha fatto Will e se, davvero, è imprigionato dentro al muro di casa sua 😉
E nei prossimi giorni, tranquilli: tornerò a parlare di viaggi.

5 Comments
  • Silvia
    Posted at 22:05h, 06 dicembre Rispondi

    Ciao mi piace molto quello che hai scritto, e lo condivido anch io..
    …fai di più di ciò che ti fa stare bene…
    E’ un buon motto!
    Silvia

    • paola
      Posted at 10:34h, 28 gennaio Rispondi

      Grazie Silvia! Sai, quando si scrive, si scrive sempre per qualcuno che leggerà, prima o poi.. O almeno lo si spera!
      E sapere che c’è qualcuno che apprezza, e condivide, ciò che si esprime, beh… mi rende davvero felice. Spero che tu abbia voglia di continuare a leggermi, dalle prossime settimane il blog avrà una nuova veste grafica e, soprattutto, gli dedicherò molto più tempo. Spero di risentirti, quindi… Un abbraccio e ancora grazie. Paola

  • FLAVIA
    Posted at 20:27h, 21 gennaio Rispondi

    Ciao
    ti ho letta e devo dirti wow …
    wow non potevi esprimere meglio al concetto di passione, anche io ho la passione dei viaggi e sto per andare online con il mio blog e leggerti mi ha fatto pensare che ho fatto la scelta giusta !!!!!!

    • paola
      Posted at 10:51h, 28 gennaio Rispondi

      Ciao Flavia!
      Beh, wow lo dico io! Se leggermi ti ha dato la giusta carica per perseguire il tuo progetto, questo non può che rendermi felice e pure un pò orgogliosa! Fammi sapere quando sarai online con il tuo travel blog… magari potremmo anche pensare di fare una collaborazione insieme, che ne dici? A presto. Paola

  • Valentina
    Posted at 17:19h, 13 aprile Rispondi

    Hai scritto un pensiero stupendo, che mi rispecchia e condivido pienamente! E’ proprio nel momento in cui alimentiamo e seguiamo una nostra passione, che la vita diventa piena e vissuta al massimo. Le passioni sono la nostra linfa vitale e bisogna sempre avere il coraggio di inseguirle. Fai benissimo a non preoccuparti più tanto per chi leggerà i tuoi post.. Tu scrivi e metti il cuore in quello che fai, il resto verrà da sè!
    Continua così <3

Post A Comment